Come aprire una società nelle Free Zone di Dubai

Dubai, una delle capitali degli Emirati Arabi Uniti, offre numerose possibilità a imprenditori e investitori. Se anche tu stai pensando di aprire una società a Dubai, le Free Zone, istituite con una legge nel 1990 proprio per promuovere gli investimenti esteri, possono offrirti grandi opportunità.

Ma di cosa si tratta? Quali sono i vantaggi dal punto di vista burocratico e fiscale? E quali sono i passi necessari per avviare la tua attività nelle Free Zone di Dubai?

Free Zone Dubai: cosa sono

Le Free Zone negli Emirati Arabi Uniti sono zone di libero scambio la cui normativa facilita gli investimenti stranieri grazie a una tassazione agevolata e una burocrazia più snella. Ecco perchè le Free Zone a Dubai rappresentano la sede perfetta per gli imprenditori italiani che stanno pensando di spostare o aprire una società all’estero.

Le Free Zone sono zone franche in cui gli imprenditori possono operare in libertà. Ogni Free Zone è rivolta a una specifica attività e offre licenze specifiche, legate ad un determinato settore.

Aprire una società nelle Free Zone a Dubai è relativamente facile, sia per quanto riguarda la costituzione di una Free Zone Company (FZCO), sia per quanto riguarda la costituzione di un Free Zone Establishment (FZE), ovvero una branch della casa madre straniera.

Quali sono le Free Zone a Dubai?

Le Free Zone sono presenti in tutti e sette gli stati degli Emirati Arabi Uniti, ma in particolar modo a Dubai. Nel territorio della capitale si contano infatti 27 Free Zone diverse:

  • Dubai Airport Free Zone, un’area specializzata in aziende specializzate in import export internazionale.
  • Dubai Auto Zone.
  • Dubai Cars and Automotive Zone.
  • Dubai Design District Free Zone.
  • Dubai Flower Centre Free Zone.
  • Dubai Gold and Diamond Park.
  • Dubai Healthcare City Free Zone, il punto di riferimento per società operanti nel settore del benessere e della salute.
  • Dubai Industrial City.
  • Dubai International Academic City.
  • Dubai International Financial Centre, un centro finanziario internazionale che ospita attività che operano nel settore bancario.
  • Dubai Internet City Free Zone, il punto di riferimento per le società che operano nel digitale e nel mondo delle comunicazioni.
  • Dubai Knowledge Park.
  • Dubai Logistics City.
  • Dubai Maritime City Authority.
  • Dubai Media City Free Zone, il punto di riferimento degli Emirati Arabi Uniti per quanto riguarda i media e le telecomunicazioni.
  • Dubai Multi Commodities Centre, ideale per qualsiasi attività di tipo commerciale
  • Dubai Outsource Zone.
  • Dubai Science Park.
  • Dubai Silicon Oasis Free Zone.
  • Dubai South, dove puoi avviare la tua società senza dover allegare nessun tipo di visto alla tua domanda. Il visto necessario per le altre Free Zone è la fotocopia del visto d’ingresso sul tuo passaporto che testimonia che hai viaggiato in passato almeno una volta negli Emirati Arabi Uniti
  • Dubai Studio City.
  • Dubai Techno Park, conosciuta anche con il nuovo nome di National Industries Complex.
  • Dubai Textile City.
  • Energy and Environment Park.
  • International Humanitarian City.
  • Jebel Ali Free Zone Authority, specifica per aziende che si occupano di infrastrutture sostenibili. Dalle 19 società degli esordi, oggi in questa zona del paese si contano più di 7.000 aziende, la JAFZA offre grandi opportunità alle società del settore, compreso il vantaggio di richiedere un capitale minimo pari a zero.
  • Jumeirah Lakes Towers Free Zone, una delle zone in più rapida crescita. La crescita è in particolare legata a business che operano nel settore delle materie prime.
  • Dubai Production City.

Per capire qual è la Free Zone più adatta per la tua attività e come ottenere il miglior compromesso tra agevolazioni fiscali e servizi offerti, la scelta migliore è quella di richidere una consulenza a professionisti che sapranno indirizzarti.

Consideralo parte del tuo investimento e una strategia per ridurre ulteriormente i costi.

Esistono Free Zone fuori da Dubai?

Anche se le le Free Zone sono concentrate principalmente a Dubai, aree con le stesse caratteristiche sono presenti anche in altre città degli Emirati Arabi Uniti.

Abu Dhabi, la capitale della nazione, è una città che ospita 1 milione di persone. È la sede del governo nazionale e, come Dubai, ha subito una crescita esponenziale negli ultimi anni.

Abu Dhabi conta 4 zone franche:

  • Abu Dhabi Airport Business City.
  • Abu Dhabi Media Free Zone.
  • Masdar City.
  • Khalifa Industrial Zone.

Costituire una società nelle Free Zone: quali sono i vantaggi?

  • Proprietà al 100% della società: se apri una società negli Emirati Arabi, con sede esterna alle Free Zone, hai l’obbligo di avere un socio locale che possiede il 51% delle quote societarie. Nelle Free Zone, invece, hai il 100 per 100 di proprietà della tua azienda, senza l’obbligo di avere un socio locale.
  • Nessuna tassazione sul reddito personale o sulle imprese (garantite da 15 a 50 anni, a seconda della zona).
  • Nessuna tassazione sulle plusvalenze, né sul reddito societario.
  • Non vengono applicate restrizioni sui movimenti valutari.
  • Nessuna tassazione sul rimpatrio dei capitali investiti.
  • Una burocrazia snella: non solo l’apertura di una società a Dubai è più facile, ma anche l’assuzione di collaboratori e dipendenti si svolge con procedure più semplici che agevolano la crescita della società.

Aprire una società: requisiti

Per costituire una società a Dubai dovrai soddisfare alcuni requisiti normativi.

Il requisito fondamentale è quello della licenza specifica. Esistono diversi tipi di licenze e, a seconda del settore in cui la tua azienda opera, ti occorrerà:

  • Una licenza commerciale: per aprire qualsiasi tipo di attività commerciale a Dubai.
  • Una licenza industriale: per aprire attività industriali.
  • Una licenza professionale: per aprire attività di liberi professionisti o fornitori di servizi.

Come si ottengono le licenze commerciali?

Tutti questi documenti commerciali si possono richiedere al MInistero dello Sviluppo Economico a Dubai (Department of Economic Development).

L’unica eccezione è se necessitate di una licenza per un’attività commericiale legata al turismo: in questo caso dovrete rivolgervi al Department of Turism and Commerce Marketing, sempre a Dubai.

Il secondo requisito, è quello di essere iscritti alla Camera di Commercio. Come fare?

Aprire una società a Dubai, iscrizione alla Camera di Commercio: come fare?

  1. Prima di tutto devi ottenere l’approvazione preliminare alla costituzione di una società da parte di un notaio del posto.
  2. Per ottenerla, dovrai prima indicare il nome della tua società al Ministero dello Sviluppo Economico (DED), specificando anche il tipo di società e i nomi dei soci.
  3. Aprire un conto in una banca locale e depositare il capitale sociale minimo.
  4. Acquisire il certificato di registrazione commerciale e la licenza di commercio.
  5. Regolarizzare la parte fiscale con l’aiuto di un commercialista (il commercialista sarà necessario anche per la stesura del certificato da presentare al DED).
  6. Inviare alcuni documenti alla Camera di Commercio:
  • Modulo della domanda.
  • Atto costitutivo della società o attività commerciale.
  • Certificazione del commercialista.
  • Lettere di approvazione preliminare.
  • Lettera del DED.

Per evitare errori in questa fase è consigliabile affidarsi a consulenti esperti del settore che sanno come muoversi sul territorio e con la lingua.

Costituire una società a Dubai: costi

La costituzione di una società in una delle Free Zone di Dubai – o in un altro paese degli Emirati Arabi Uniti – è davvero vantaggiosa non solo dal punto di vista della burocrazia, ma anche da quello dei costi.

Oltre al costo dell’affitto o dell’acquisto di ufficio e locali e di una eventuale consulenza da parte di esperti del settore, dovrai anche tenere conto di alcuni fattori.

Prima di tutto bisogna tenere a mente che è necessario versare un capitale sociale minimo in una banca degli Emirati Arabi. Sarà quindi d’obbligo aprire un conto e depositare una cifra che va da zero a qualche decina di migliaia di euro, a seconda della Free Zone e del tipo di società o di attività commerciale.

Nonostante questo, i costi per aprire una società nelle Free Zone rimangono inferiori a quelli per aprire una società a Dubai, ma in una area esterna alle zone franche. In questo caso, oltre al capitale sociale minimo, dovrai anche investire capitale per l’assunzione di un socio locale (obbligatorio al di fuori delle zone franche) e tenere conto di un 20% di tasse.

Nelle Free Zone il costo dell’IVA (VAT) è al 5%. Aprire una società nelle Free Zone significa anche poter sfruttare percentuali di tasse vantaggiose. Se vuoi trasferirti in una di queste zone potrai anche sfruttare il fatto che l’acquisto di beni di prima necessità nelle Free Zone è esente da tasse.

Costituzione di un’attività a Dubai: quanto tempo ci vuole?

Una volta presentata tutta la documentazione, si possono ottenere i visti necessari per costituire la tua società a Dubai entro pochi giorni lavorativi. Potrebbero verificarsi alcuni occasionali ritardi, ma solo in occasione di festività Alcuni ritardi si verificano solo in occasione di festività o Ramadan.

Da questo punto di vista, la nostra consulenza può essere molto utile: non solo l’esperienza ci permette di accorciare i tempi ma siamo anche in grado di consigliarti le soluzioni migliori per il tuo business.

Aprire una Limited Liability Company a Dubai: svantaggi

Per comprendere a fondo perché le Free Zone dovrebbero essere il tuo punto di riferimento per aprire una società all’estero, vediamo quali differenze e svantaggi esistono quando decidi di aprire la tua attività a Dubai in una zona esterna a quelle franche.

Quando decidi di aprire una LLC fuori dalla zona franca, non solo sei obbligato a metterti in affari con un impreditore locale, ma la legge stabilisce anche che il socio locale debba avere la quota di maggioranza al capitale dell’impresa.

Se vuoi aprire la tua Limited Liability Company fuori dalle Free Zone di Dubai, dovrai quindi rassegnarti ad essere il socio di minoranza della tua società.

Bisogna inoltre tenere a mente che il costro della vita, della gestione degli uffici e di tutti gli altri aspetti materiali della gestione di una società sono più alti in una zona esterna alle Free Zone, perchè le tasse sono in genere più alte.

Posso aprire una LLC in una Free Zone?

Se per il tuo tipo di business sei costretto ad aprire una società a responsabilità limitata ma non vuoi rinunciare alle agevolazioni delle Free Zone, non c’è problema: puoi aprire la tua LLC anche nelle zone franche.

Questi sono i principali tipi di società che puoi aprire a Dubai:

  • FZ LLC: una LLC è simile alla nostra società a responasibilità limitata, tutti gli azionisti sono quindi responsabili per i debiti in uci la società intercorre.
  • FZCo: se vi sono più soci.
  • FZE: se vi è un unico socio.

I limiti di una società offshore a Dubai

La società offshore è un’altra valida alternativa alla costituzione di un’attività in una Free Zone, posto che il tuo business sia compatibile con questa modalità.

Potrai godere della semplificazione burocratica e di una tassazione pressoché assente anche con l’opzione offshore, ma questa è applicabile solo per business al di fuori della giurisdizione di Dubai.

Se vuori aprie una società offshore, quindi, non potrai affittare o acquistare un ufficio nel paese e non potrai assumere personale sul posto.

Aprire una società a Dubai: domande frequenti

Posso aprire una società a Dubai senza trasferirmi dall’Italia?

Questo è un altro vantaggio dell’aprire una società a Dubai nelle Free Zone: è possibile gestire tutta la costituzione della società senza recarsi effettivamente negli Emirati Arabi Uniti.

In genere, tuttavia, è richiesto che il socio o i soci della società che si va a costituire siano stati almeno una volta negli Emirati Arabi Uniti: si deve fornire una fotocopia del passaporto con l’ultimo visto d’ingresso al momento della presentazione dei documenti e della domanda.

Alcune Free Zone ti permettono di avviare un’attività senza bisogno di allegare nessun tipo di visto: Dubai South ne è un esempio, anche se i costi qui possono essere più elevati che altrove.

Devo essere residente negli Emirati Arabi per costituire una società a Dubai nelle Free Zone?

Se non sei residente negli Emirati Arabi Uniti ma vuoi aprire una società a Dubai, sappi che hai tutto il diritto di essere amministratore unico della tua società, anche senza essere residente.

Lo status di amministratore ti dà però la possibilità di richiedere la residenza a Dubai, grazie alla quale puoi ottenere ulteriori vantaggi.

Si può aprire una sede secondaria per il tuo business al di fuori della Free Zone?

Assolutamente sì. Puoi aprire un ufficio in un territorio esterno alle Free Zone, all’interno degli Emirati Arabi Uniti, ma anche all’estero.

Esistono tasse doganali per le spedizioni tra Emirati Arabi e Italia e viceversa?

Le tasse doganali per le spedizioni tra gli Emirati Arabi e l’Italia sono pari al 5%, ma alcuni prodotti ne sono esenti: rientrano in questa categoria i prodotti che sono solo in transito o i prodotti che entrano nel paese per essere lavorati e poi rispediti.

In quanto amministratore di una società a Dubai, sono obbligato al pagamento dei contributi previdenziali?

Non esiste un sistema previdenziale negli Emirati Arabi, i costi di costituzione del tuo business sono così ulteriormente abbattuti.

Lavorare a Dubai significa operare in una società completamente occidentalizzata?

Il processo di occidentalizzazione degli Emirati è stato incredibilmente veloce, ma pur ospitando tantissime persone e attività straniere e pur attirando investitori da tutto il mondo, gli Emirati rimangono uno stato mediorientale e a prevalenza mussulmano.

Perchè è importante saperlo?

Le regole comportamentali che si adottano in questo stato sono diverse dalle nostre. Se ti trovi a fare affari a Dubai devi sapere come muoverti dal punto di vista burocratico e fiscale, senza però trascurare quello comportamentale.

Dovresti sapere per esempio che per acquistare alcolici dovrai ottenere un permesso specifico, e dovrai consumarli esclusivamente nella tua residenza.

Sappi anche che c’è tolleranza zero per la guida in stato di ebbrezza (le multe possono avere un costo elevato, anche di migliaia di euro) e per l’uso di stupefacenti (oltre a multe da migliaia di euro, in questo caso si rischia addirittura l’arresto.)

La vita e il lavoro a Dubai sono influenzati dalla religione?

La religione più diffusa negli Emirati è l’Islam, ma ogni straniero è libero di professare la propria religione. Gli emiratini si aspettano, ovviamente, di non essere giudicati dagli stranieri né per le loro usanze né per la loro religione.

La religione islamica influenza la vita degli emiratini musulmani, nella loro alimentazione e nell’organizzazione della loro giornata (i musulmani pregano 5 volte al giorno, per esempio), ma la religione non influenza di certo la vita o le abitudini di uno straniero che professa una religione diversa.

Vuoi costituire la tua società a Dubai? Con la nostra consulenza puoi sfruttare ogni vantaggio offerto dalle free zone del paese. Richiedila subito!

Conclusioni: aprire una società a Dubai è davvero conveniente?

Assolutamente sì. Sia dal punto di vista burocratico che – soprattutto – fiscale.

Non esistono tasse su tutte le tipologie di reddito estero (diritti di licenza, royalties, canoni). Le tasse di importazione o esportazione sono apri al 5% o nulle, mentre l’IVA è impostata con aliquota fissa al 5% ed è invece assente nelle zone franche sui beni di prima necessita.

I vantaggi per il tuo business sono anche burocratici, grazie per esempio alla possibilità di ottenere licenze in soli due o tre giorni lavorativi.

Potrebbe Interessarti: